Nelle femmine non gravide si definisce ciclo ovarico l’intervallo di tempo che intercorre tra una ovulazione e la successiva. In base alle modificazioni che avvengono nell’ovaio, si possono individuare una fase follicolare ed una fase luteinica. La prima è caratterizzata dalla crescita dei follicoli, mentre nella seconda si osservano i corpi lutei. I follicoli o il follicolo dominante, sotto il picco preovulatorio dell’LH, rilasciano gli ovociti. La principale funzione del corpo luteo è la secrezione di progesterone, necessario per dare inizio e mantenere una gravidanza.

ciclo-riproduttivo-gatta

Esistono due tipi di ciclo riproduttivo, definibili in base a caratteristiche esteriori che servono ad identificare esattamente un particolare momento del ciclo e a correlarlo all’ovulazione:

  • ciclo estrale
  • ciclo mestruale.

Il ciclo mestruale appartiene soltanto alle scimmie e alla specie umana; nelle altre specie il mestruo non esiste e il momento che si prende come riferimento per l‘inizio del ciclo è quando la femmina accetta il maschio: durante l’estro o calore.

La riproduzione nei gatti

Il ciclo riproduttivo della gatta è definito poliestrale stagionale a fotoperiodo lungo. Ciò vuol dire che i cicli sessuali si susseguono nella stagione in cui le giornate sono più lunghe.

gatta-in-calore

Si può dire in modo più preciso che i calori iniziano uno o due mesi prima del solstizio d’inverno (gennaio/febbraio) e terminano due o tre mesi dopo il solstizio d’estate(agosto/settembre). Questo fenomeno è legato alla secrezione di melatonina: il buio stimola la produzione di melatonina, che a sua volta inibisce una ghiandola del cervello (l’ipotalamo) addetta al controllo dell’apparato riproduttivo.

Quando il livello nel sangue di melatonina cresce per una maggior esposizione al buio, la gatta non va in calore. Ciò non vale per i gatti che vivono in appartamento e sono esposti alla luce artificiale; in tali soggetti la stagionalità può essere parzialmente cancellata, ma mai del tutto.

Il ciclo della gatta

Ogni ciclo inizia con lo sviluppo dei follicoli nell’ovaio. Questa fase di crescita iniziale è detta PROESTRO e dura 2 o 3 giorni. Durante questa fase la femmina esprime un comportamento di calore (miagolii, coda dritta all’insù…), ma rifiuta il maschio.

Man mano che i follicoli crescono, secernono più estrogeni che danno il via al CALORE vero e proprio: la femmina accetta il maschio. Questa fase dura 7 giorni.

L’ovulazione

I felini, come i logomorfi e i mustelidi sono una specie ad ovulazione indotta: durante l’accoppiamento la stimolazione della vagina a opera del pene del gatto provoca per riflesso la liberazione di LH: nelle 24-30 ore successive si ha l’ovulazione.

gatta-ecografia

Se non c’è accoppiamento l’ovulazione non avviene e i follicoli regrediscono; il successivo calore si avrà in media dopo 10 giorni.

Se c’è accoppiamento, ma non è avvenuta la fecondazione, il calore successivo si ha dopo circa 21 giorni.

Se c’è accoppiamento e fecondazione si instaura la gravidanza che dura in media 60 giorni.