Passeggiare con il cane quotidianamente è un momento spesso sottovalutato sotto il profilo dell’attenzione che dedichiamo al nostro amico a quattro zampe. L’idea che il cane debba uscire solo per fare i bisogni, infatti, tende a rendere queste situazioni monotone e ripetitive.

Di solito, tendiamo a fare lo stesso percorso lasciando che il cane ci conduca annusando da una parte e dall’altra senza fare mai effettivamente qualcosa insieme. È importante, invece, imparare a sfruttare questi momenti, come momenti di crescita relazionale e condivisione.

Come rendere interattiva una passeggiata

Non esiste un manuale che possa spiegarci come rendere più interattiva una passeggiata, ma dobbiamo lasciarci guidare dall’ambiente. Tutto può tramutarsi in gioco: dagli elementi di arredo urbano agli elementi naturali. È la modalità stessa della passeggiata che dovrebbe cambiare, la concezione di essere assieme anziché ognuno concentrato sulla sua camminata, il cane interessato esclusivamente agli odori degli altri e l’umano immerso nei suoi pensieri.

passeggiare con il cane

Questo non significa che non esisteranno mai momenti dedicati esclusivamente al cane, come dei momenti di libertà in presenza di altri cani o delle soste per annusare, così come non mancheranno momenti dedicati esclusivamente all’umano, come prendersi un caffè o fermarsi a guardare una vetrina. Ma l’obiettivo è quello di essere una coppia anche fuori cane, condividendo momenti divertenti anche in passeggiata e rendendo quest’ultima molto più divertente e stimolante.

Ci sono tante opportunità nel mondo

Il mio consiglio è quello di guardarci sempre attorno e sperimentare tante cose diverse a seconda di quello che ci offre l’ambiente. Siamo liberi di proporre al nostro cane tutto quello che ci passa per la mente (e sarà divertente cercare di capire come riuscire a realizzarlo nel modo corretto). Possiamo, quindi, chiedere al nostro cane un gioco che conosce bene o crearne uno su momento.

Sfruttando l’arredamento urbano possiamo coinvolgere il nostro cane in una sessione di palestra all’aperto, camminare in equilibrio su di un muretto, passare sotto una panchina, scendere da uno scivolo, saltare via una catena o fare uno slalom con dei paletti. Possiamo chiedere al nostro cane di aiutarci a trasportare un oggetto (che sia un suo gioco o la busta della spazzatura) da un punto ad un altro. Una volta ogni tanto, invece che lanciare la pallina e aspettare che ce la riporti per un altro lancio, potremmo provare a nascondergliela e lasciargliela cercare. Possiamo provare a sfruttare questi momenti per provare anche in esterno qualche esercizio che abbiamo imparato in casa, come ad esempio il terra, zampa, resta.

Siamo liberissimi di inventarci questo e tanto altro, con l’obiettivo di divertirci assieme.

passeggiata cane interattiva

Perché è bello passeggiare con il cane?

Gli obiettivi e i traguardi che si possono raggiungere grazie ad una passeggiata interattiva sono più di quelli che riuscirò a descrivere di seguito e, soprattutto, dipendono tantissimo dal soggetto coinvolto. Questo grande “gioco”, infatti, potrebbe essere utile anche per affrontare dei problemi specifici del cane, come il tirare al guinzaglio, abbaiare agli altri cani, essere intimorito di qualcosa.

Tuttavia, è impossibile descrivere qui la totalità dei casi possibili e la loro soluzione. Mi limiterò, quindi, a quelli che sono degli obiettivi generici e validi per molti cani:

  • Innanzitutto si migliora la qualità della passeggiata, senza dovere necessariamente aumentare anche la quantità. Infatti anche percorrendo lo stesso percorso di tutti i giorni, possiamo renderlo al nostro cane ogni volta diverso e divertente.
  • Poi, una situazione che prima poteva essere monotona, ora diventa una grande palestra di svago e insegnamento attraverso il gioco. Inoltre, permettere al cane di fare esperienze diverse, come camminare sopra superfici differenti o migliorare il suo senso dell’equilibrio, aumenta le sue competenze e abilità.
  • Infine, la passeggiata trasformerà l’uscita in un momento piacevole, rendendo la città un posto ricco di opportunità da affrontare insieme al proprio umano a vantaggio dell’affiatamento e la complicità all’interno della coppia.